Profumo di nomine nell’ex Finmeccanica

Neanche il tempo di celebrare i 70 anni dell’ex Finmeccanica, che ora si chiama Leonardo, ma a chiamarla così sono solo il “ferroviere” Mauro Moretti e pochi altri. Alessandro Profumo è pronto a varare una nuova riorganizzazione in piazza Monte Grappa. L’ex banchiere chiamato da Paolo Gentiloni a guidare il gruppo delle armi e dell’aerospazio […]

Le palle d’acciaio di Umbra Group

Palle d’acciaio. E’ uno dei prodotti di punta di Umbra Group, un’azienda italiana ad alta tecnologia di cui si parla poco che però cresce e compete sui mercati internazionali in uno dei settori più avanzati, l’industria aerospaziale. Partendo da Foligno, in provincia di Perugia, un’attività cominciata nel 1972 con la produzione di cuscinetti a sfera […]

Il “compagno” Calenda/2 – La politica

Chi è veramente Carlo Calenda, la figura che sta emergendo nella crisi del Pd? Nell’articolo precedente ho raccontato la carriera di dirigente d’azienda, lanciato da Luca Cordero di Montezemolo. Qui parliamo della sua attività politica. Italia Futura Già iscritto alla Fgci quando era un ragazzo, Calenda comincia a occuparsi direttamente di politica nel 2012, è […]

Il “compagno” Calenda/1 – Il manager

Piace molto al mondo delle imprese, soprattutto per il suo piano “industria 4.0” che, detto in parole più semplici, consente di pagare molte meno tasse alle aziende che investono in tecnologia digitale, software, informatica. E piace molto anche ai grandi giornali (e, suppongo, ai loro padroni), a giudicare dallo spazio dedicato alle sue dichiarazioni, ai […]

Gubitosi tenta il salto da Alitalia a Telecom

L’ingresso del Fondo Elliott nell’azionariato di Telecom Italia potrebbe scardinare il vertice del sofferente gruppo telefonico. Telecom non si è mai ripresa dopo la doppia scalata a debito subita dopo la privatizzazione, prima quella di Roberto Colaninno, appoggiato da Massimo D’Alema, poi quella di Marco Tronchetti Provera, espressione dei cosiddetti “poteri forti” della finanza, ovvero […]

Nomine/2 – Chi sono i boiardi a rischio

Tremano i boiardi di Stato. Come ho raccontato nell’articolo precedente, le poltrone assegnate da Matteo Renzi dal 2014 in poi nelle grandi società pubbliche traballano. Il cambio di maggioranza politica scaturito dalle elezioni del 4 marzo porterà a un  nuovo governo (quale ancora non si sa) che potrebbe voler ridiscutere anche i vertici delle aziende […]